gen 16, 2012

Inserita da | 38 Commenti

Zuppa di castagne e zucca con quenelles del nuovo mondo!

Zuppa di castagne e zucca con quenelles del nuovo mondo!


Questa è la veganizzazione di una ricetta apparsa su “La cucina italiana” nel numero di ottobre 2009. Molto raramente compro questo genere di riviste, ma questa mi è stata regalata in occasione di una visita alla villa Gregoriana di Tivoli, organizzata dal FAI! Da quando l’ho provata è diventata una delle zuppe preferite degli ultimi inverni! Tanto che l’ho preparata anche per la vigilia di Capodanno (senza quenelles perché troppo presa da altre preparazioni collaterali! ma la zuppa è squisita anche senza!). Qui però vi metto la ricetta completa, che ho preparato in tante occasioni, sempre sorvegliata con la coda dell’occhio dai micioni che attendono la pappa…

Ingredienti per la zuppa

brodo veg 700 ml ca.
zucca 3/4 fette
orzo perlato 100 g
castagne lessate e pelate 150 g ca.
una cipolla (o uno scalogno)
due rametti di rosmarino (o qualche rametto di pino)
una foglia di alloro
sale e peperoncino a vostro gusto
un filo d’olio bio sabino a crudo

Ingredienti per le quenelles del nuovo mondo

semolino 50 g
brodo veg (o latte vegetale, io preferisco di riso) 250 g
2/3 cucchiai di panna veg di riso
2/3 fettine di MaViella  oppure 3/4 cucchiai di ricotta ecozoica della pecora nera
lievito alimentare – un paio di cucchiaini
una noce di burro all’olio (o un paio di cucchiai di olio evo)
sale e peperoncino in polvere
timo (oppure aneto)

Ammollare l’orzo trenta minuti in acqua tiepida (io di solito salto questo passaggio!). Decorticare la zucca (se volete, io la metto con la buccia) e ridurre in tocchetti. Fare un guazzetto di acqua e olio e far appassire la cipolla qualche minuto.
Unire la zucca, il rosmarino,la foglia d’alloro (è una mia fissa!),  l’orzo lavato e sgocciolato, le castagne e coprire con il brodo. Coperchiare e cuocere per 40 minuti circa.

Per le quenelles del nuovo mondo procedere così: in un pentolino portare a ebollizione il latte o brodo con una presa di sale e una manciata di peperoncino in polvere. Versare il semolino a pioggia e cuocere sempre mescolando per 6-8 minuti. Alla fine unire una noce di burro all’olio, i due cucchiaini di lievito alimentare, la Maviella (o altra mozzarella o formaggio veg), la panna di riso e poco timo tritato.
Formare 9 quenelles, ponetele in una pirofila imburrata, tagliatele a metà, spolverizzate con lievito alimentare e infornare a 200° per 6-7 minuti.

Distribuire la zuppa nelle scodelle e completare con tre o quattro mezze quenelles del nuovo mondo, cioè quello in cui le pecorelle e le vaccarelle saranno diventate animali di compagnia! Un giro di olio nuovo sabino bio e se volete un cucchiaino di crema di peperoncino fatta in casa! (il mio barattolino home-made è sempre in tavola!).

Le castagne ormai sono quasi finite… Ne ho viste certe cartocciate a Roma la sera prima della Befana a piazza Navona  e dintorni, a ben 5 euro! Erano così belle e grandi ma ho preferito non prenderle e investire questa cifra nell’acquisto di mezzo chilo a 6 euro al chilo che ancora si trovano qui… e preparare le ultime caldarroste della stagione nel camino! Ma per fare questa zuppa si possono usare anche le castagne secche.

Queste quenelles sono talmente gustose che si possono associare anche in altre combinazioni zuppose, per esempio questo mix rape bianche e fagioli con l’occhio.

Ed ecco il menu del Cenone, in compagnia di questa bella zuppa.

 

Abbiamo cominciato con i passion fruit, che mi hanno ispirato l’idea delle ostriche vegan!

Una bella insalata sbagliata fatta da Stefano!

La zuppa!

Il cotechino sorridente nel suo letto di lenticchie di Castelluccio!

E anche le patate arrostite al forno a legna pubblico sono finite nel Cenone!

Così satolli alla fine c’era posto solo per un dolcino, S’aranzata, una specialità sarda vegetariana quasi vegan (bucce d’arancia mandorle e miele) gradito regalo di mio papà che ha cercato tanto qualcosa di adatto a noi! non potevamo rifiutarlo!

Siamo stati da soli io e Stefano, con i nostri due gattoni, uno dei quali affrontava per la prima volta il Capodanno bellico umano. Non abbiamo accettato proposte alternative proprio per questa ragione, non me la sentivo di lasciare due animaletti da soli nel bel mezzo del ciclone, e devo dire che entrambi dopo i primi spari e le prime corse sotto al letto si sono abituati al frastuono e sono usciti, mi sono venuti vicino e ho spiegato loro che purtroppo viviamo insieme a delle strane creature chiamate esseri umani che tanto facilmente perdono il lume della ragione…

Il birbante Rodni ha fatto anche il suo botto personale: mi ha buttato giù dal davanzale della finestra questo santa-lume frantumandone la base, e così ora lo teniamo a bagno nella cenere del camino!

E stavolta non vi allego un link musicale ma visuale, i “Giardini di terra” della mia amica pittrice Teri.

E unisco anche i suoi auguri:

 Bruchi e farfalle – Gli auguri di Teri Volini (e Lao Tze) per il 2012

Ciò che per il bruco è la fine del mondo  è invero la sua metamorfosi

in splendida farfalla…

 

Versi augurali per l’Umanità

Il  più sentito  luminoso augurio
per l’anno nuovo che sta per arrivare:
nessuna  fine dell’umanità
ma l’inizio di un gran rinnovamento
di una stupefacente evoluzione
in ogni ambito del vivere e sentire

Il mio più ardente e fiducioso auspicio:
che dalla immensa deleteria crisi
possano scaturire  negli umani
trasformazioni autentiche e profonde

Che conosciamo  tutti la  vivida esperienza
del vivere in una nuova coscienza
con la Terra in riconoscente sintonia
con tutti  gli  esseri in perfetta armonia

Teri Volini

http://www.terivolini.it/

  http://www.terivolini.blogspot.com

A me questi auguri hanno fatto un immenso piacere! Sono perfettamente consonanti con le quenelle del nuovo mondo!

gen 16, 2012

Inserita da | 38 Commenti

  1. herbi dice:

    che bella questa zuppa e queste quenelles le devo fare! un’altra ricetta in lista!
    grazie per avermi allietata con le foto, fanno sentire un’atmosfera di casa e di famiglia! :)

    • MaVi dice:

      Più che belle sono troppo buone! Da quando ho provato questa zuppa è diventata una delle mie preferite dell’inverno!
      sono contenta che qui ti senti di casa, torna pure quando vuoi!
      ;)

  2. chicca66 dice:

    Sai che mi manca di provare le castagne in una zuppa, quest’anno ne ho giusto assaggiato un pugnetto :-)

    • MaVi dice:

      Anch’io è da poco che mangio le castagne nella zuppa, non mi hanno mai attirato molto le preparazioni castagnesche… a parte le caldarroste di cui invece vado pazza…
      Ma questa zuppa mi ha aperto un nuovo mondo! insieme alle quenelles!
      ;)

  3. felicia dice:

    Buonissima la zuppa…. come per Chicca non ho ancora avuto il piacere di assaggiare le castagne in zuppa!!! purtroppo è proibitivo acquistarle!!!! ho provato ad acquistarle, all’inizio della stagione ho comprato ben 20 castagne, belle….. le ho pagate tanto, troppo per i miei gusti, le ho trasformate in caldarroste, ma purtroppo le ho buttate tutte!!! :( immangiabili…. troppo vecchie, molto probabilmente mal conservate, e con l’ospite. La mia avventura con le castagne è finita subito!!!! Complimenti per il menù, gustoso e invitante!!!!

    • MaVi dice:

      Hai ragione, le castagne le fanno veramente pagare a peso d’oro… eppure sono un frutto locale…
      Se non vengono trattate secondo una certa procedura le castagne fanno presto i vermetti o si seccano… vanno messe due o tre giorni in acqua… forse quelle che hai comprato non erano state sottoposte al trattamento o non era stato fatto bene…
      Per fortuna a noi spesso le regalano degli amici che le producono (come il sacchetto su in foto), ma quando le compriamo anche noi spendiamo un sacco di soldi e non sempre siamo soddisfatti dell’acquisto!
      Ma le castagne arrosto mi piacciono così tanto che ogni tanto rischio, e se sono troppo dure finiscono ovviamente in questa zuppa!
      ;)

  4. teri volini dice:

    cara mariagrazia oltre alle splendide ricette hai condiviso i miei auguri per il nuovo anno! GRAZIEEE! che bello avere amici/CHe così!buon nuovo mondo ecozoico e luminoso!ho condiviso la pagina su FB

  5. teri volini dice:

    cara mariagrazia oltre alle splendide ricette hai condiviso i miei auguri per il nuovo anno GRAZIEEE che bello avere amici/CHe così!buon nuovo mondo ecozoico e luminoso
    teri
    ps ho condiviso su fb

  6. teri volini dice:

    scusate ho postato due volte credendo che non me l’avesse accettato

  7. teri volini dice:

    volevo chiederti M Grazia se nella tua ricetta al posto delle castagne si può usare la farina di castagne ,ne ho un pacchetto inutilizzato

    • MaVi dice:

      carissima Teri
      i commenti sono gratis quindi ne puoi mettere quanti ne vuoi non succede nulla!
      Dal loro numero capisco che questo post ti ha entusiasmato, così come a me ha entusiasmato il tuo augurio pittorico e poetico, sono contenta che ti fa piacere che li ho diffusi qui. E certamente puoi fare altrettanto con la ricetta!
      L’amicizia è una delle poche cose buone che ci sono ancora rimaste, quindi quando c’è teniamocela bella stretta!
      ;)

    • MaVi dice:

      Anch’io con tutti questi commenti mi sono confusa e rileggendo vedo che mi hai fatto una domanda a cui non ho risposto!
      Provvedo subito: secondo me puoi farla anche con la farina di castagne, il sapore ci sarà comunque, mancherà la consistenza un po’ gommosa delle castagne, magari potresti mettere dei ceci o delle fave secche… e poi mi fai sapere cosa ne pensi!
      La farina aggiungila a fine cottura del resto della zuppa e falla andare un cinque-dieci minuti.
      un abbraccio oval-castagnino
      ;)

  8. virginia dice:

    bell’idea.. bell’idea… mai fatte le quenelles…

    • MaVi dice:

      Allora una grande cuoca come te deve provvedere subito, stasera quenelles! :lol: scherzo, falle pure con calma quando ti va!
      ;)

  9. Mimì dice:

    Che bellissima zuppa, mi piacciono tutti gli ortaggi incluse le castagne e le quennelles sono davvero innovative, non avevo mai pensato a come riprodurle in versione vegan, ottime! Ma dici che anche senza panna di riso vengono bene lo stesso?
    Ora devo ritrovare il semolino per provarle!
    Comunque davvero un’idea innovativa!
    Per le castagne del centro posso dirti, conoscendo i proprietari che sono grossissime, bellissime ed anche buonissime e che provengono anche da Viterbo, quindi sono comunque ecozoiche nonostante il prezzo :( !
    La cena di Capodanno è meravigliosa e gustosa!
    Spero che per i miciotti sia andato comunque bene questo Capodanno, nonostante i fuochi e botti vari, se li hai tranquillizzati credo che comunque si siano sentiti tranquilli e sereni, in fondo erano al sicuro in casa! ;)

    Il quadro è bellissimo e ricco di colori, complimenti Teri…! Ed anche l’augurio è meraviglioso, anch’io credo che questo sia l’anno di una sorta di “rinascita” , di rinnovamento e di presa di coscienza… Speriamo solo di non sbagliarci! ^__^

    • MaVi dice:

      Le quenelles senza panna di riso? boh, prova…
      siamo qui per sperimentare!
      Io quando non ho pronta ricotta ecozoica o formaggio veg faccio un mix tahin-miso e aggiungo pangrattato, restano un po’ più compatte, ma sempre buone (sono quelle della foto con rape e fagioli).
      Ma le castagne vendute a Roma per strada hanno un unico proprietario? io vedo che le vendono soprattutto ragazzi asiatici. Il prezzo altissimo di questo street-food nostrano è proprio assurdo… mentre a pochi centesimi trovi di tutto e di più da ogni parte del mondo…
      Sì Capodanno a casa con i miciotti è andato bene, e per fortuna loro non si sono traumatizzati… almeno in apparenza!
      Teri è bravissima, visita il suo bellissimo sito, c’è il link sopra!
      E speriamo con lei in un anno di rinascita, come dici te, sperando di non sbagliarci…
      abbraccio oval-castagnolo
      ;)

      • Mimì dice:

        Proverò allora appena riesco e poi ti faccio sapere, devo assolutamente trovare gli anacardi crudi, ma è così difficile quì :(

        Riguardo le castagne diciamo che ci sono diversi proprietari che poi fanno vendere le castagne a questi ragazzi marocchini etc…
        Ovviamente il prezzo è altissimo però sono buone, questo posso assicurarlo, noi le abbiamo trovate quì, e ieri abbiamo acquistate le ultime della stagione, a 3,19 al kg! Buonissime!

        Si ho dato un’occhiata veloce al sito di Teri, molto carino i suoi quadri sono molto caldi!!!!

        Speriamo di non sbagliarci!!

        Abbraccio oval-castagnoso anche a te! ;)
        Mimì

        • MaVi dice:

          Quando verrai a Roma puoi fare scorta di anacardi, ma come ti ripeto le mandole e i semi di girasole vanno altrettanto bene! (per la ricotta ecozoica)
          Sì, le castagne vendute per strada saranno buone ma chi le assaggia a quei prezzi? sai a piazza Navona in quanti stavamo lì a guardare e a sospirare, senza deciderci al salasso? anche mamme con bambini… non è bella questa cosa! se abbassassero i prezzi ne venderebbero molte di più!!!
          Qui si trovavano fra i 3 e i 6 euro… abbastanza buone… meglio quelle da 6!
          abbraccio oval-caldarrostino
          ;)

  10. Luby dice:

    Tutto stupendo!!!!
    Anche noi capodanno a casa con il cagnolino per non lasciarlo solo :)

    • MaVi dice:

      grazie, questo ed altro per i nostri amatissimi animaletti!
      ;)

  11. Nello dice:

    Ciao Mavi :-P

    …avrei voluto scriverti pirma, ma tra una cosa e l’altra ho rimandato sempre :-( Un pò colpa anche della mia carriera artistica, che va a gonfie vele, e che mi tiene troppo impegnato :-P

    Però, nonostante sia ricercato e acclamato, osannato e venerato, e nonostate il successo dilaga, non mi monto mai la testa e non mi dimentico mai dei buoni amici :-P

    …ommagino ti renda conto degli effetti e degli impegni che la mia fama attuale comporta :-P Lo so che tu puoi capire perfettamente la mia situazione, forse non c’è nemmeno bisogno che mi “giustifichi” :-P

    (ok, ok :-P …la smetto di fare il cretino :mrgreen: )

    Parlando seriamente, mi unisco agli auguri della tua amica Teri :-P …che bei versi :-P …e le faccio i miei più sentiti complimenti per il quadro :-P L’ho guardato per diversi minuti, mi ha incantato! :-P che bella composizione di colori e forme :-P

    …e a te complimenti per il Veg-cenone di capodanno :-P …vi siete trattati proprio bene tu e Stefano :mrgreen:

    Riguardo a Cirino e Rodni, li strapazzerei di coccole da mattino a sera ^___^ …e se li avessi davanti, adesso, chiederei loro anche delle scuse :-( …argomento lungo e tortuoso da spiegare :-( Son sicuro che loro, a differenza degli umani, capirebbero la mia posizione, e mi perdonerebbero :-P

    Ciao ciao MaVi :-P

    …buon anno! ;-)

    • MaVi dice:

      Infatti caro Nello non ero per niente preoccupata di non sentirti, lo so che gli artisti affermati hanno poco tempo da dedicare ai vecchi amici! :mrgreen:
      A quando la tua prima esposizione? :mrgreen:
      Hai visto Teri quanto è brava? prova a riprodurre lei nel piatto se ci riesci! :mrgreen: a parte gli scherzi, ti potresti comunque ispirare!
      Per me e Stefano è capodanno tutti i giorni, e quando mi gira bene altro che questa cenettuccia illustrata qui sopra… comunque a modo mio ho rispettato la tradizione!
      Cirino e Rodni mi hanno detto che ti mandano una bella zampatona… ma anche una leccatina… lo sanno bene che vivi in una situazione di conflitto e che se fosse per te le cose andrebbero diversamente… spero almeno che riuscirai pian piano a far capire ai tuoi fratelli che si possono trovare delle alternative più pacifiche ai botti! e soprattutto che prima o poi anche a Salerno esca l’ordinanza che li proibisce con congrue multe, così non ve li chiederanno più e per te non ci sarà più da vivere questo patema in questo periodo…
      buon anno ovale!
      ;)

      • Nello dice:

        La mia prima esposizione??? :mrgreen: …è prevista al prossimo Veganfest ^___^ …e sarà accompagnata da tanto di dimostrazione live ^___^

        Tu verrai a vedermi, vero??? ^____^

        …se verrai, e ti unirai alla folla oceanica di ammiratori/ammiratrici, ti stilerò anche un autografo con dedica perchè mi stai simpatica ^___^

        Se non verrai, bhè, peggio per te ^___^

        (non sai cosa ti perdi ^___^)

        (..pensaci bene, cara MaVi ^___^ e non farti sfuggire l’occasione/evento dell’anno ^___^))

        • MaVi dice:

          Credo che gli eventi dell’anno saranno ben altri, tipo la scoperta del primo esopianeta abitabile avvenuta il 5 dicembre scorso! :lol: Sono questi gli eventi che seguo!
          Buon bagno di folla! Se fossi da quelle parti magari verrò a ritirare il tuo prezioso autografo! Come farselo sfuggire? :mrgreen: Lo voglio scritto di verdura sul piatto però!
          ;)

          • Nello dice:

            …scritto con verdure sul piatto??? :-P

            Ma come siamo spiritose ^___^

            …bhè, volendo, e pensandoci un pochettino, potrei accontentarti :mrgreen:

            Ho fatto cose molto più sofisticate, quindi :mrgreen:

  12. Stefano Panzarasa dice:

    Ebbene sì, abbiamo passato un bel Capodanno casalingo riscaldati dal camino e dall’affetto dei gatti che vivono con noi…
    Abbiamo la speranza, come dice bene Teri nella poesia che la Terra un giorno ci sia riconoscente…
    Come avrebbe detto Thomas Berry (sua la bella visione dell’Era Ecozoica), se la Terra è Gaia il “pianeta vivente” (come disse bene James Lovelock), allora il suo sogno non può che essere di vedere un giorno gli umani riconciliarsi con la natura…

    • MaVi dice:

      La Terra ci manda i suoi messaggi cifrati nei piatti ecozoici composti di verdure e ortaggi di ogni genere e colore, nati secondo natura e colti secondo stagione, che noi mangiamo, decodifichiamo e andiamo avanti, cercando di tornare a comunicare con lei!
      Qui le castagne si sono lamentate di non poter essere donate a noi come vorrebbero, e invece vengono vendute a prezzi inaccessibili impedendo loro di venire a deliziarci come vorrebbero!
      Ci vorrebbe una grande fuga di caldarroste in formazione aerea che planasse come la torta in cielo di Rodari da qualche parte, per mettersi a disposizione gratis di tutti, vecchietti, bambini e uccellini! che gran festa che sarebbe questa! altro che botti!
      ;)

      • Stefano Panzarasa dice:

        Ecco qua, dopo il bellissimo film di animazione “Galline in fuga” di qualche anno fa ecco il sequel ecozoico “Castagne in fuga”… Starring MaVi, Stefano e il Piccolo Popolo delle Castagne…
        E’ vero MaVi, il cibo non solo serve per dare energia all’organismo ma scambia anche informazioni con lui a livello genetico e del sistema immunitario… In effetti siamo tutti in una rete di informazioni che interagiscono con la nostra vita quotidiana e ci rendono partecipi della vita su questo pianeta.
        Nell’Era Ecozoica questo lo sapranno bene tutti…
        Quanta saggezza nelle piccole castagne!

        • MaVi dice:

          Non è facile recuperare il contatto con questa rete di saggezza… almeno qui nei nostri tempi ancora non ecozoici…
          ;)

  13. Barbara dice:

    ecco, uno dei mille milioni di vantaggi nell’avere un camino.
    che splendido capodanno, e che menù da invidia avete preparato!!
    le quenelles mi incuriosiscono parecchio, non le ho mai provate e non riesco nemmeno ad immaginare che sapore possano avere….e mi piace anche la sostituzione della “ricotta” per cui proverò con tahin-miso e pangrattato.
    siete bellissimi anche se non vi vedo, e i mici sono amorissimi ^^

    • MaVi dice:

      Ma no, a parte passion fruit e cotechino sorridente, il resto è normale amministrazione…
      Provale le quenelles, poi mi dirai! rendono questa zuppa un piatto unico (nel senso che mangi solo questo).
      I mici sì sono veramente belli… noi potevamo essere anche peggio… ci accontentiamo!
      ;)

  14. MaVi dice:

    @ Nello
    mi hai di nuovo consumato una scatola cinese… :mrgreen:
    sono sicura che riuscirai a firmarmi di verdure il piatto, non ne ho nessun dubbio!
    ;)

  15. Marta NewHorizons dice:

    Che zuppa originale e coccolosa MaVi! Non ho mai pensato alle castagne in versione salata! E che dire delle quenelles di semolino, ci stanno proprio ad hoc. Procedimento un pò lunghino e ingredienti non tutti in dispensa ma mi piacerebbe provare a farla!!
    Ottima anche tutti il resto della cena ;)

    • MaVi dice:

      Il procedimento non è per niente lungo, basta far bollire le castagne prima, venti minuti circa. E poi per fare la zuppa quaranta minuti, che per una zuppa di cereali è un tempo da record (grazie all’orzo). Certo comunque ci vuole un momento di tranquillità, non è una preparazione dell’ultimo minuto…
      Nel frattempo, mentre cuoce la zuppa fai le quenelles! Con un’oretta o poco più questa bontà è pronta, e puoi farne in più per il giorno dopo.
      Mi raccomando di provare la combinazione orzo-castagna-zucca! Vanno provate insieme, se non hai tutto rimanda! Ovviamente puoi sempre fare a modo tuo, ma sarà altra cosa!
      Per le castagne al limite puoi provare a sostituire con farina di castagne, come aveva suggerito sopra Teri.
      Il resto della cena era squisito, grazie!
      ;)

  16. Cono dice:

    Due zucche, due gatti e due testoline-cuoricini indipendenti – un bellissimo capodanno ecozoico

    • MaVi dice:

      Uno dei gatti purtroppo non è più con noi, e mi sa che comincio a capire di chi è parente la zucca scostumata, Rodni dev’essere della stessa famiglia!
      ;)

  17. 2 Amiche in Cucina dice:

    Ciao, eccomi, anche se in ritardo, molto interessante questa zuppa e visto che è un abbinamento che mi piace dovrò provarla al più presto, buona serata.
    Miria

    • MaVi dice:

      Benvenuta nella cucina ecozoica e spero che la prova abbia buon esito!
      Quest’anno non l’ho ancora rifatta, ancora non ho trovato le castagne, non vedo l’ora.
      ;)

Inserisci un commento!


× otto = 16