gen 22, 2015

Inserita da | 20 Commenti

Maionese di banana equosolidale

Maionese di banana equosolidale

Adoro le banane, fin dai tempi dell’asilo. Mia madre mi raccontava che nel breve periodo in cui l’ho frequentato (un paio di mesi, poi lei ha preferito tenerci in casa) le maestre si erano accorte che quando alla ricreazione tutti uscivano restavo in classe e facevo il giro dei cestini altrui, a quanto pare non degnavo merendine o panini o altri oggetti di nessuna attenzione: cercavo solo banane! Li aprivo tutti fino a che non trovavo quello che mi interessava, il prezioso frutto giallo!

Anche oggi le banane mi entusiasmano, ma non le compro quasi mai, essendo un frutto esotico a troppo lunga percorrenza. A volte però uno strappo, soprattutto se sono equosolidali, lo faccio. La banana in inverno a mio parere è l’unico frutto che può sostituire la pesca per fare la maionese vegetale più leggera e gustosa che ho provato finora (qui)! La maionese di pesca reginella è stata la prima maionese fruttariana, versione estiva. Ora ecco a voi la maionese fruttariana versione invernale che lascia le galline in pace nel pollaio aperto!

 

Ingredienti

Un paio di banane, o meglio tre se sono piccole (mi raccomando belle mature con chiazze nere!)
Un pugnetto di mandorle spellate
Un paio di cucchiai di aceto di mele
Succo di mezzo limone
Uno-due cucchiaini di senape
Un paio di cucchiai di olio d’oliva evo bio sabino (se ve n’è rimasto un po’ dell’anno scorso)

 

Procedimento

Frullare e trasferire in un barattolo di vetro. Potete conservare in frigo tre-quattro giorni. La banana anche con il limone tende a ossidarsi, ma basta girare bene prima dell’uso e il colore tornerà uniforme, anche se sempre più tendente al beige.

 

Altre storie di banana

Questa ricetta è stata pubblicata in anteprima sul mio ricettario: Vongole felici (uscito quasi un anno fa, come passa il tempo). Quindi stavolta è uscita prima su carta. Ora siate pronti:  le idee ecozoiche si diffondono come un virus tropicale!

La maionese di banana nasce nella mia cucina con delle motivazioni precise. Primo: per evitare l’uso di uova, una motivazione etica. Secondo: per evitare l’uso di soia e ridurre al minimo il contenuto di olio o grassi vegetali. Motivazione ecosalutista. Terzo: deve comunque essere buona. Le tre motivazioni insieme si esprimono con un solo aggettivo: ecozoica.

L’unica ricetta a base di banana già pubblicata in Cucina ecozoica è la crema pasticcera di banana e avocado presentata su torta uoVo, cioè semplicemente una frolla di forma ovale (ma senza uova ovviamente), ricetta dove è nato il mio modo di salutare: abbraccio ovale. Sono molto affezionata a questa ricetta, sia per il gusto stupefacente della crema, sia per la nascita del mio saluto ecozoico. Può facilmente diventare una crema pasticcera crudista omettendo lo yogurt di soia, cosa che ormai in Cucina ecozoica è la regola.

Le banane le ho anche provate a fette con le olive, nel reportage del mio menu dopodigiuno (raw-pe ghiotte). E mi sono piaciute tanto! Mi sono piaciute a fettine sul burro d’arachidi nel periodo londinese (anni Ottanta), mi sono piaciute fritte nei ristoranti cinesi e… basta, altrimenti in giro non vedrò altro nei prossimi giorni!

Gustiamo la banamaio con l’aiuto delle Bananarama che ne lanciano volentieri le bucce a destra e a manca!  Eccole qui in Cruel Summer, con la musica ce ne possiamo andare a piacimento a spasso fra le stagioni! E d’altra parte la banana porta con sé con il suo colore il ricordo di un’eterna estate, dei luoghi in cui cresce. Qui siamo in inverno e non solo dal punto di vista climatico…

gen 22, 2015

Inserita da | 20 Commenti

  1. Cono dice:

    Squisita! Stupefacente! Ecozoica!

    • MaVi dice:

      ;)

      • veRita dice:

        anch’io sono un’amante delle banane!
        mi piacciono sia al naturale che cucinate nei modi più svariati. questa ricetta è davvero ottima e super-facile! grazie ^_^

        • MaVi dice:

          Vero, facilissima e buonissima, per me però uno strappo festivo.
          un abbraccio oval-bananofilo
          ;)

  2. Stefano Panzarasa dice:

    Etica, salutistica, buona… Ecozoica!
    Ecco la formula perfetta di MaVi che esprime il suo talento al meglio con questa stupefacente maionese di banane.
    E la si vede all’asilo, la piccola MaVi, cercare indaffarata banane dappertutto inseguendo il suo sogno…
    Bellissima la musica delle Bananarama, finalmente un po’ di allegria in giro in questi tempi cupi e poi poliziotti che ballano invece che sparare…

    • MaVi dice:

      Questa maionese ha stupefatto anche me che ho sempre avuto diffidenza per quella crudele quando ero onnivora e poi da mangiatrice vegetale al 100% per quella di soia o altri legumi. Quella di riso non mi piace un granché. Quella di avocado pure la trovo troppo pesante. Quella di patate di Concita è buona, ma va consumata tutta subito. Quindi ho cercato le alternative ecozoiche di mio gusto. Ormai da un paio d’anni sono a posto con quella di pesca estiva e con questa di banana invernale, ma non smetterò di sperimentare, ho già altre idee, preparati!
      Il video delle Bananarama è proprio una ventata di allegria… mi sa che sono amiche della zucca scostumata!
      ;)

  3. Stefano Panzarasa dice:

    Sono pronto per nuovi esperimenti-riti maionesiaci!
    Sicuramente la zucca scostumata si farà in tre per ballare con le bananarama. Sarà la Trizucca…

    • MaVi dice:

      Benissimo!
      La trizucca scostumata si divertirà parecchio!
      ;)

  4. Junko dice:

    Finalmente ho potuto sperimentare questa maio mooolto curiosa per me. Nella torta non so come sarà perchè la mangeremo stasera. Ma sui “Pfannekuchen” (tipo crepe tedesche) mi piace il gusto. E’ più una maio dolce o per dolci per ora. Vediamo cosa mi dirà dopo la prole. Sono loro i critici del palato. Ti tengo informata. Buona giornata!

    • MaVi dice:

      Sì, il gusto di fondo è dolciastro per via della banana, ma se aggiungi un pizzico di sale e il giusto quantitativo di senape si adatta benissimo ai piatti salati come l’insalata russa che ho pubblicato a seguire!
      Io l’ho definitivamente adottata per quel piatto.
      Allora attendo il verdetto dei tuoi esigenti pargoli!
      Un abbraccio ovale a tutti e… a proposito quanti siete?
      ;)

      • Junko dice:

        Siamo in 3 bimbi e 2 adulti. E la piccina ha detto ok. Gli altri devono ancora assaggiare.Ti farò sapere!Ti puoi immaginare a che pressione di esame mi sottopongono tutti i giorni, dato la mia non-dote di cuoca. ;-) )

        • MaVi dice:

          Mi fa piacere che la piccina abbia gradito, e aspetto il parere degli altri. Immagino come tre figli possano mettere a dura prova la pazienza di una madre, anche la più versata nell’arte culinaria! Dato che sono stata anch’io una figliola esigente ti do un consiglio: non dare troppo peso alle lune della tua nidiata! Comunque sono critiche d’amore, buon divertimento! E non sottovalutare le tue doti di cuoca, si impara giorno per giorno.
          ;)

          • Junko dice:

            Come promesso ecco il giudizio critico dei piccoli gourmet: mh buona! Quindi questa maio potrà far parte delle salsine da spalmare sul pane o galletta della merenda. Per ora versione dolce. Quella salata per il periodo dell’insalata. Nella torta è stata adatta. Quinid è molto versatile anche questa maio. Colgo il tuo consiglio e continuerò i miei sperimenti delle vostre ricette. Il tradizionale spetta al papà-cuoco. ;-) Sempre veg ovviamente!

            • MaVi dice:

              Sono onorata di aver superato il vaglio critico dei piccoli gourmet, felice di contribuire alle loro merende.
              Sarebbe meglio però spalmare questa salsina su verdure crude o su altra frutta, eccezionalmente con cibi cotti come ho fatto con l’insalata russa con la V.
              A cosa ti riferisci con “il periodo dell’insalata”? Vuoi dire che ci sono periodi in cui non mangiate insalata?
              Ricorda che la cucina ecozoica mangia il crudo tutto l’anno!
              Sì penso proprio che questa maionese di banana sia molto versatile, sarà molto bello essere accompagnata da voi in questi esperimenti. Sono curiosa dei gusti del papà-cuoco, lui ha assaggiato la banamaio?
              Un abbraccio oval-bananaramato
              ;)

              • Junko dice:

                Papà-cuoco non ha avuto modo di assagiare perché non ce n’era più, sorry! Periodo insalata quando abbonda, in quel senso. Adesso insalata/crudo con quello che offre l’inverno. Se non è di stagione ovviamente non viene acquistato (come fanno alla mensa della scuola). Comunque staserea sushi veg crudo. Ma non sono molto sul crudo d’inverno quando sono raffreddata. Dopo mi leggo quello dell’insalata russa! Buona domenica!

                • MaVi dice:

                  Allora bisogna rifarla presto per papà-cuoco, ci tengo anche al suo parere.
                  D’inverno le insalate sotto forma di brassicacee, radicchi e rape abbondano sulla tavola ecozoica, hai dato un’occhiata alla sezione invernale dei piatti crudi e insalate?
                  Chissà che squisito il tuo sushiV, io ho uoVa al sugo con broccolo siciliano e una bella insalata.
                  Io il crudo lo mangio sempre a inizio pasto e ormai lo gusto pure d’inverno, è solo questione di abitudine.
                  Buon proseguimento di lettura e abbraccio oval-domenicale
                  ;)

  5. Catia dice:

    Ho assaggiato la maionese nel corso di una bellissima giornata passata insieme e devo dire che è squisita. Si abbina bene sia al dolce che al salato. Messa sulla tristecca ha fatto un figurone. Grazie MaVi.

    • MaVi dice:

      Sì hai ragione, con la tristecca ci stava davvero bene, ti confesso che oggi l’ho rifatta!
      Un abbraccio ovale
      ;)

  6. Elisa dice:

    provata! buona in maniera assurda!

    • MaVi dice:

      Fantastico! Con cosa l’hai accompagnata?
      ;)

Inserisci un commento!


+ due = 9