dic 20, 2013

Inserita da | 26 Commenti

La giraffina estone e il pandoro resistente

La giraffina estone e il pandoro resistente

Le feste natalizie sono ormai alle porte. Le vigilie si avvicinano ed i giorni rossi sul calendario sono prossimi a noi. In questo periodo dell’anno la gente si affretta nei supermercati, nelle drogherie  e nei coloniali per accaparrarsi, tra le tante “specialità”, i soliti panettoni e pandori inudustriali o artigianali. Quelli che vanno a ruba sono sempre quelli che appartengono alle grosse aziende, ai grandi marchi, ma che si trovano ad un prezzo conveniente  per via delle offerte lanciate dai voltantini. Il rituale si ripete ogni anno, e per tutto il mese di dicembre: c’è  una vera e propria corsa all’ultimo panettone o pandoro…   Con questo disegno ho voluto rendere omaggio sia al simpatico pelouche sia alla ricetta ecozoica del pandoro resistente (e qui anche la versione 2011 con la Pandora). Inoltre ho voluto rivolgere un pensiero scritto nel piatto anche all’amica MaVi, scrivendo per inciso il suo nome….

La giraffina estone l’ho conosciuta qui, qui e qui.

 

Ingredienti utilizzati:

spinaci cotti

fagioli cannellini cotti e frullati

zucca cotta e frullata

lenticchie cotte e frullate

rapa rossa cotta e frullata

 

Procedimento:

con gli spinaci cotti ho fatto i contorni e composto il nome di Mavi.  Con i fagioli cotti e frullati ho colorato il corpo della giraffa. Con la zucca cotta e frullata ho colorato le toppe. Con la rapa rossa cotte e frullata ho colorato la pupilla.

Che questo disegno sia di buon auspicio e che la giraffa estone possa un giorno portare tanti pandori resistenti sulle tavole di tutto il mondo.

Vi lascio in compagnia di questo brano musicale natalizio. Il più bello e significativo di sempre, per me:

Ho scelto questo video in cui compaiono degli alberi. Grandi maestri di vita…  Buone feste a tutti voi!

 

dic 20, 2013

Inserita da | 26 Commenti

  1. MaVi dice:

    Grazie, sono veramente commossa da questo omaggio. Spero veramente che la giraffina incoraggi qualcuno a prepararsi da sé il pandoro, io lo faccio ormai da quattro anni con fatica ma anche soddisfazione, e forse quest’anno mi sa che dovrò saltare perché sono presa in un vortice di impegni lavorativi e altro, che proprio non mi lasciano fiato, ma chi può e ha tempo non abbia timore!

    Te l’ho già scritto sulla pagina fan del sito, ma lo riporto anche qua (lo sappiamo che sito e facebook sono due mondi paralleli non comunicanti che solo noi blogger riusciamo a valicare):

    “E’ un tripudio di V, a parte quella che esce maiuscola nel nome, regolare, ci sono le 3 V di cui è fatta la M (ma si evidenzia soprattutto quella centrale) e la V capovolta nella A (che ne ha un’altra piccola per caso interna)… E’ la prima volta che lo noto vedendo il mio nomignolo nel tuo piatto… grazie Nello! w la V, w le Pussy Riot, w la zucca scostumata!”

    Come sai proprio in questi giorni, dopo le estenuanti proteste della mia zucca scostumata in cucina persino Putin non ne ha potuto più e ha firmato il decreto di amnistia. Nadia lo diceva al filosofo Slavoj Zizek, per chi come un bambino crede nella verità al momento giusto accade sempre un miracolo, ed è stata una brava profetessa, ora mi auguro che questi miracoli si moltiplichino a catena su tutta la nostra madre umida terra (come dicono i russi).

    La storia della giraffina estone te la racconterò un’altra volta.

    un abbraccio oval-pandoro-giraffesco
    ;)

  2. Nello dice:

    Quest’anno mi cimenterò io al posto tuo col pandoro resistente. Tu ormai lo hai mangiato già quattro volte, la tua bocca è stata esaudita. Ora tocca alla mia, non trovi? :mrgreen:

    Anche io, come te, sono preso da mille impegni. Non solo lavorativi. Il tempo che dedico alla cucina si riduce sempre di più. Se non fosse per mia madre che mi fa trovare qualcosa a pranzo e a cena, facess a fam! o__O Ciò nonostante riuscirò a fare il pandorino. Temo di fare un disastro assoluto, ma ci voglio provare lo stesso… :-P

    Largo spazio agli impavidi :mrgreen:

    Non ho letto ancora ciò che hai scritto nella pagina di cucina ecozoica su facebook, appena mi sono connesso al web mi sono fiondato subito a casa tua. La tua vera casa! :-D

    Non ci crederai, ma le V che hai notato e che io ho messo in codice nel tuo nome sono nate in un modo del tutto spontaneo, non studiato… Sono venute fuori per caso, la mia mano mi ha suggerito di scrivere le lettere del tuo nome in quel modo, non il mio cervello. Che bella stranezza, sono proprio contento… :-D

    Il caso delle Pussy Riot l’ho appreso grazie alla tua amica scostumata. Non sono riuscito ancora a soffermarmi da lei, nella sua ricetta, ma lo faccio qui in modo trasversale, e ne approfitto per ringraziarla di avermi messo al corrente di questa brutta vicenda che si è conclusa bene… :-P

    Anche se sono ancora dentro le sbarre (ho letto che la scarcerazione definitiva avverrà al massimo entro il marzo prossimo…) sono libere. Lo sono già da tempo, e lo sarebbero state anche in carcere. Nessuna cella, manetta o processo può fermare l’idea di libertà. Chi si illude di poterlo fare è uno sciocco. Putin ha fatto bene ad approvare l’amnistia. Sa che non può impedire di parlare ad una voce così forte che ha contagiato buon parte del paese, e non solo. Quella delle Pussy è una voce di massa, un coro planetario che non riguarda soltanto la Russia. Contagia tutti gli esseri umani abusati dal potere di Stato e di religione. E siccome ce ne sono tanti sparpagliati su questa Terra, sono tanti coloro che le sostengono a distanza. Non sono sole, non lo saranno mai…

    Quand’è che mi racconterai la storia della giraffina???? Lo sai che sono un bambino impaziente, e che sono curioso! :mrgreen:

    Abbraccio oval-pandoro-giraffesco anche a te ;-)

    • MaVi dice:

      Allora, a che punto ti trovi del tuo impavido pandoro resistente? :mrgreen:
      Io quest’anno comunque anche se non avrò il tempo di rifarmelo per la quinta volta forse ho trovato un’interessante alternativa, ma non voglio parlare finché non l’assaggio! :lol:
      Beato te che sei ben pasciuto dalla tua mamma! :smile:
      Ma quale vera casa: io di casa ne tengo una sola, è vera e fatta di pietre, e non di pixel!!! :mrgreen:
      Nel mondo della creatività difficilmente le cose escono fuori a tavolino, spuntano fuori dal fare quando meno te l’aspetti, perché l’ispirazione quando arriva arriva, non la puoi prenotare come un taxi! e sennò perché credi che tanta gente pur di mantenersi sulla cresta dell’onda si mette a copiare in modo così sfacciato? :lol:
      Diglielo te alla zucca shcostumata che non puoi passare… se quella tira fuori le sue tagliatelle non sai cosa mi combina per casa! :lol:
      Hai ragione attraverso le Pussy parla tutto un movimento che non ha confini ed è planetario, un movimento di persone che non si fanno più incantare da certi pifferai magici… siano veri o virtuali.
      La storia della giraffina a suo tempo e suo luogo, abbi pazienza, anche se non ne hai! :lol: Ma in parte tu la conosci.
      abbraccio oval-solstiziale
      ^_^

      • MaVi dice:

        no qui la nuova faccina sorridente non la prende… torno a quella vecchia…
        ;)

        • Nello dice:

          Il primo pandorino resistente sarà pronto domani, per Santo Stefano. Se andrà bene replicherò la ricetta per Capodanno… :-D

          Buon Natale ^_________________^

          (meglio la vecchia, come faccina. Quella nuova non si allunga come questa :mrgreen: )

          • Nello dice:

            Mavi, l’ho fatto!!!! Il risultato è stato quello che mi aspettavo. In questi giorni ne farò altri e li regalerò per Capodanno!!!! ^___________^

            • MaVi dice:

              E la foto?????? :mrgreen:
              Che bello, un’allegra donazione di pandori resistenti a Salerno! Magari fossi da quelle parti… Quest’anno non sono riuscita a farlo e ho preso una sola con la possibile alternativa… Per fortuna a tavola è andata meglio, ma quest’anno l’atmosfera di queste feste per la strada l’ho trovata più sgradevole e finta che mai.
              Ora sto lavorando al pandoro resistente in modo virtuale per svelarti la storia della giraffina.
              Mi ero dimenticata di ringraziarti per la musica linkata, la canzone di Lennon gli alberi e lo scoiattolo che saluta sono proprio ecozoici, ottima scelta.
              un abbraccio ovale-resistente
              ;)

              • Nello dice:

                Volevo fare un reportage ma non è stao possibile perché ho dovuto prestare la macchina fotografica a mio fratello… :-(

                Una foto però l’ho scattata, e la tengo di riserva nel caso non possa farne altre successivamente. In questi giorni sarò molto indaffarato, e per quanto riesca a lievitare i pandorini previsti per fine anno, non so se riuscirò ad impastare e fotografare contemporaneamente. Lo stress accumulato tra novembre e dicembre si è fatto sentire in queste ore, e benché abbia passato due giorni interi barricato dentro casa per riposarmi, sono ancora molto stanco…. :-(

                Vedrò! Male che vada pubblicherò la foto di riserva rimandando i lettori al link del tuo procedimento! :mrgreen:

                Mi fa piacere che la scelta musicale ti sia piaciuta. Il video è molto carino, ha attirato subito la mia attenzione quando l’ho guardato per la prima volta! :-D

                Attendo di conoscere la storia della giraffina… :mrgreen:

                Abbraccio ovale-resistente anche a te ;-)

                • MaVi dice:

                  Cosa doveva fotografare tuo fratello più importante del pandoro resistente? :mrgreen:
                  Pandorini, allora li fai della misura piccola? Chissà che carini…
                  Capisco la tua stanchezza, anch’io sento lo stress delle feste, nonostante il poco che ho fatto quest’anno, ma alla fine c’è sempre uno strafare soprattutto in cucina sommato a tante altre cose… Spero che ti stai riprendendo bene per affrontare ora la febbre di capodanno e della Befana! Presto avrai notizie della giraffina estone.
                  abraccio ovale
                  ;)

  3. Stefano Panzarasa dice:

    Sei fortunata MaVi ad avere un caro amico come Nello!
    Bellissima la giraffina, grazie Nello a nome dell’originale…

    • MaVi dice:

      :smile: :smile: :smile:

      • Nello dice:

        Lo ribadisco anche qui: la fortuna è reciproca!!!! ;-)

        • MaVi dice:

          :smile: :smile: :smile:
          devo aggiungere qualcosa sennò il “sistema” non mi riconosce il messaggio duplicato e me lo blocca. Esistesse lo stesso sistema nella rete saremmo tutti costretti ad essere originali! :lol:

  4. Cono dice:

    Sei fenomenale Nello, veramente un pensiero sopraffino per MaVi, e per il suo fantastico pandoro resistente. Chissà a chi lo porta la giraffina… beato lui o lei!

    • MaVi dice:

      Spero che uno me lo porti a me! Dopo quattro anni di fatiche ci vuole uno di riposo! :lol:

    • Nello dice:

      Grazie mille, Cono. Per il momento la giraffina lo porterà solo a me il pandoro resistente. Però mi ha detto che l’anno prossimo penserà a tutti, ma proprio tutti… ;-)

      • MaVi dice:

        Babbo NataNello? :lol:

        • Nello dice:

          :lol:

  5. Lorenzo dice:

    Lode a Nello che ha avuto l’occhio lungo di intravedere fra i colori delle verdure frullate i contorni di una giraffa.
    Anche noi avevamo quasi gli stessi ingredienti ma non ci è proprio passato per la cocuzza.
    Carote, zucca gialla e rapa bianca frullate servite con crostini caldi a mò di vellutata.
    Ci manca di assaggiare il tuo pandoro ecozoico.

    • MaVi dice:

      Sinceramente dal punto di vista del gusto preferirei la vostra versione! Il piatto di Nello al massimo può fare il centrotavola! :lol:

    • Nello dice:

      Grazie anche a te, Lorenzo. Sai che mi hai fatto venir voglia di carote, zucca gialla e rapa bianca frullate servite con crostini caldi a mò di vellutata???? :mrgreen: In questi giorni li preparerò. Per il pandoro: se passi a Salerno domani te ne farò assaggiare una fetta. Anche più di una se ti piace! ;-)

      • MaVi dice:

        Lorenzo effettivamente potrebbe passare, speriamo che ti legga!
        ;)

        • Nello dice:

          Davvero??? :-P

          • MaVi dice:

            certo, sei sul suo percorso di ritorno, ma non ha la macchina sua, viaggia in passaggio!
            ;)

  6. cris dice:

    oh mein lieber Gott!!!!!!!! mein lieber Apfel!!!! meine liebe Giraffe!!!!! oh Du mein lieber Nello!!!!!!
    ma che bellissimo pensiero, che bellissimo disegno, che colori stupendi, che idea tenerissima con un disegno cosi’ dolce e toccante!
    Come farai ogni volta a toccare le corde del cuore di chi guarda i tuoi disegni non lo so, ma ogni volta che vedo una tua creatura mi commuovo…mi sembra di vedere un paesaggio incantato, puro, gentile, dolce e tenero…

    un abbraccio fortissimo

    • Nello dice:

      Ciao Cris,

      se l’effetto che un mio disegno fa a chi lo guarda è identico a quello che provo io quando leggo un tuo commento, allora dev’essere davvero qualcosa di positivo e di bello… :-D

      Sono contento di arrivare a toccare le corde di un cuore come il tuo. Non mi capita spesso nella vita di tutti i giorni. Un po’ per mia incapacità, un po’ anche perché di cuori limpidi ce ne sono sempre più pochi in giro… :-D

      Ti abbraccio carissima, con tutto l’affetto di questo mondo! :-D

Inserisci un commento!


− tre = 1